Liquore “Elisir di Cedrina”

liquore all'erba cedrina

Oggi vogliamo presentarvi il nostro liquore all’erba cedrina, un connubio tra alcool e natura. Se in questo periodo vi stavate chiedendo cosa regalare a Natale o cosa poter far trovare sotto all’albero di Natale, allora siete nel posto giusto! Questo articolo fa per voi, perché il liquore all’erba cedrina può essere un bellissimo regalo per gli amanti dell’alcool!

Per chi non conoscesse questa pianta, si tratta di una specie erbacea che cresce bene a temperature estive alle nostre latitudini, o vicino al mare. Se si strofinano le foglie ci si accorgerà del profumo fortissimo di limone che viene emanato. Si può utilizzare anche per preparare lozioni contro le zanzare, o anche per profumare gli ambienti.

In questo articolo, però, vi mostreremo come usarla in cucina per ottenere un liquore unico dal sapore inconfondibile. Ciò che viene estratto con l’acool sono solo gli aromi e gli oli essenziali che conferiscono a questo liquore all’erba cedrina un sapore davvero simile al limoncello.

Noi, ad esempio, abbiamo usato le foglie delle nostre piante del nostro orto BIO. Siamo molto attenti ad utilizzare tutto, dove si può, in modo da non sprecare nulla e cercare di utilizzare tutte le risorse che la natura ci dona!

Se volete approfondire il tema dello spreco alimentare vi consigliamo di leggere il nostro articolo molto interessante cliccando qua. Altrimenti per il liquore, buona lettura!


Ingredienti

  • 25 g di foglie di Erba Luigia (Aloysia citriodora)

  • 250 ml di Alcool a 96°

  • 150 g di Zucchero

  • 250 + 150 ml di Acqua


1 – Per prima cosa, lavate ed asciugate le foglie di Erba Luigia, e dopo adagiatele sul fondo di un contenitore a chiusura ermetica. Il nostro consiglio è di usare contenitori non troppo grandi altrimenti le foglie rischiano di non rimanere immerse.

2 – Aggiungete nel contenitore l’alcool e 250 mL di acqua e chiudete bene (cercate di essere veloci per evitare di disperdere l’alcool). Lasciate riposare in luogo fresco e buio per 15 giorni, avendo cura di agitare ogni tanto il contenitore.

Consiglio: se non avete un contenitore ermetico, potete usare un normale barattolo chiudendolo intorno al coperchio con qualche giro di pellicola trasparente.

3 – Trascorso questo tempo, preparate uno sciroppo facendo sciogliere nell’acqua lo zucchero in un tegame a fuoco basso. Appena accennerà al bollore, spegnete il fuoco e trasferite il contenuto in un’altra ciotola in modo che si raffreddi prima.

4 – Quando lo sciroppo sarà freddo, filtrate l’infuso aiutandovi con un colino, e strizzate bene le foglie in modo da non perdere niente.

5 – Infine, unite l’estratto allo sciroppo, mescolate bene e procedete quindi ad imbottigliare. Ricordatevi di etichettare le vostre conserve scrivendo il contenuto e la data di produzione.

CONSIGLIO: Per l’imbottigliamento, potete usare bottigliette anche di riciclo, ad esempio quelle dell’aceto balsamico sono perfette.


Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.