Confettura di fichi al profumo di cannella

Confettura di fichi e cannella

La confettura di fichi è un must della cucina italiana, facile da preparare e da conservare, può essere fatta in diversi modi. Settembre è il momento migliore per dedicarsi alle preparazioni di confetture e conserve, proprio sul finire dell’estate la natura ci regala una vasta scelta di prodotti da poter metter via e utilizzare per tutto l’inverno.

La nostra versione di confettura di fichi è al profumo di cannella, ma ognuno può decidere di aggiungere le spezie preferite. Attenzione però al metodo di preparazione, ci sono dei trucchi che dopo vedremo, perché è facile sbagliare se non si presta la giusta attenzione. I passaggi fondamentali sono due: scegliere frutta di ottima qualità e assicurarsi di aver sterilizzato bene i recipienti dove sarà adagiata la confettura di fichi.

Cosa c’è di più buono di alzarsi la mattina e fare colazione con una buona confettura di fichi genuina fatta in casa? Da un punto di vista nutrizionale il fico è un frutto ricchissimo di Potassio (270 mg/ 100 g) che lo rende adatto anche ad essere consumato fresco per ritrovare una vampata di energia. Grazie al contenuto di vitamina C (7 mg/ 100 g) il fico ci preserva e ci aiuta a combattere lo stress ossidativo, andando incontro all’autunno con grande slancio. Anche la vitamina A si ritrova in grandi quantità (15 μg/ 100 g) e questa aiuta a combattere il freddo e a prevenire le infezioni.

Potete decidere di usare la confettura di fichi anche per accompagnare i vostri formaggi preferiti, quindi oltre ad essere un’ottima colazione può essere usata anche durante i pasti principali.

Se volete conoscere meglio le tabelle nutrizionali del fico, potete consultare la pagina del CREA cliccando qui.


Calorie

40 kcal a porzione

Porzioni

3 vasetti da 250 mL

Tempo di preparazione

20 minuti

Tempo di cottura

1 h 30 minuti


Ingredienti

  • 1 Kg di Fichi privati di buccia

  • 200 mL di Acqua

  • 80 g di Zucchero

  • Succo di mezzo limone

  • 1 Cucchiaio di cannella in polvere


Procedimento

1 – Per iniziare, si privan i fichi dalla buccia e si adagiano in una pentola; poi si aggiunge lo zucchero, la cannella, l’acqua e il succo di mezzo limone.

2 – Si fa cuocere a fuoco lento e mescolando di tanto in tanto fino a quando la confettura abbia preso consistenza, circa un’ora e mezza.

3 – Nel frattempo che la confettura è sul fuoco, si sterilizzano i vasetti. Innanzitutto, si lavano bene con il sapone assicurandosi che non ci siano residui di sporco. Poi, si adagiano su una teglia e si mettono in forno, senza coperchi, a 180 °C per 30 minuti.

Consiglio: per vedere se la confettura ha raggiunto la giusta consistenza, si fa la prova del piattino; quindi mettere un cucchiaino di confettura su un piatto, aspettare che si raffreddi e poi inclinare il piatto per vedere se la confettura cola. Se cola significa che non è ancora pronta, altrimenti spegnere il fuoco e procedere ad invasare.

4 – Quando la confettura è pronta, si procedere ad invasare. Attenzione a non bruciarsi con i vasetti appena estratti dal forno, ma è fondamentale che i vasetti siano caldi ancora, in modo da non creare uno sbalzo termico con la confettura. Si chiudono i vasi con i coperchi (possibilmente nuovi, altrimenti vanno sterilizzati come i vasetti) e si capovolgono fino al raffreddamento per creare il vuoto d’aria. Verificare, una volta rigirati, se il tappo si è chiuso ermeticamente; non deve fare “clic-clac”.

Consiglio: conservare la confettura lontano da fonti di calore, in un luogo possibilmente asciutto e consumare nel giro di 12 mesi. Una volta aperto il vasetto, conservare in frigorifero per non più di 10 giorni.


Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.